Un martedì di qualche anno fà.

Rivendicando la pioggia di ieri pomeriggio, oggi il sole ha accompagnato la mia passeggiata verso il lavoro. Malgrado la sveglia all’alba, sono in piedi da un’ora e mezza. In perfetto orario a lavoro, non ho per niente sonno, anzi, da oggi in poi ho deciso di svegliarmi con una gran voglia di iniziare la giornata!

E’ giusto così! avrei peccato nei confronti della mia vita, le avrei mancato di rispetto.

Eccomi qui! Con il mio abito preferito, avvolta dagli odori misti tra il bagno schiuma,la crema e il profumo per il corpo, mi sento di buon umore. Dietro il bancone del mio negozio. Nell’attesa che qualcuno dia un senso alla mia presenza e si decida ad entrare (e soprattutto a comprare!),guardo la gente che passa davanti alle vetrine. Sarà perchè ormai sono “sposata”, ma ad attirare la mia curiosità non sono tanto gli uomini che si confondono nella loro banalità di stile: giacche e cravatte o, ancora peggio, polo e righe. Mi incuriosisce la diversità delle donne.

Le donne che attirano la mia attenzione sono solitamente il mio opposto. Ammiro quelle donne superaccessoriate: indossano collane, orecchini, migliaia di bracciali, anelli di pietre brillanti, mentre io a malapena sopporto un paio di orecchini e un bracciale! io miamo tanto, ma non nego che mi sarebbe piaciuto essere come quelle donne tascabili, piccolette, magre, dai polsi e le caviglie esili.

Mi capita spesso di notare quelle donne dai meravigliosi capelli lunghissimi e lucenti “effetto Pantene”. Roba che, per quanto mi riguarda, risale all’epoca di quando guardavo i “puffi”. La lunghezza dei miei capelli non va oltre quella delle spalle, causa: il mio parrucchiere, ce l’ha con le doppie punte! Adoro queste fortunate, in particolar modo, in  estate quando perfino a 40 gradi lasciano cadere sulle spalle la loro foltissima chioma sciolta, mentre a me viene la pressione bassa solo al pensiero di avere un maglione di cachemire sulle spalle sotto al sole di agosto!

Fate capaci di mille incantesimi quando diventiamo mogli! Quella che io definisco la “categoria delle acrobate”: in modalità “ON” acca 24, rivestono ruoli che vanno oltre ciò che apparentemente sono quello della moglie, madre e, quando è concesso, anche donna!

Vogliamo ricordare i nostri moment de la lune???

Il mio primo giorno di ciclo ha come colonna sonora il ritornello di Zarrillo”cinque giorni che ti ho perso”, la casa viene tappezzata da wanted in cerca di quella fanciulla dolce, generosa e tanto paziente che ero. Sembro un trasformer: i capelli indomabili rispecchiano esattamente lo stato un cui sto, piango anche se guardo film comici, mangio come se non ci fosse un domani e anche volendo evitare che succeda, mi gonfio come una mongolfiera (ergo, tanto vale magnà!). Una parola di solidarietà va al mio uomo: Mr Effy vorrebbe tanto rivedermi al termine del ciclone e, invece, resta accanto a me fino all’ultimo moment de la lune! che uomo coraggioso! i nostri uomini sono le prime vittime della nostra trasformazione: io comincio a torturarlo una settimana prima, basta che mi dica la più semplice delle frasi che a me suona come la peggiore delle offese!!! Comprendeteci: per 5 giorni buttiamo il sangue in tutti i sensi!!!

Infine, vorrei poter menzionare un evento importante che reputo il giorno più bello nella vita di ogni donna: la nascita di un figlio.

Noi donne abbiamo il potere magico di dare la vita!

Wilde diceva che “la forza delle donne deriva da qualcosa che la psicologia non può spiegare. Gli uomini possono essere analizzati, le donne…solo adorate”. 

Quanto sarebbe bello far capire l’importanza di questo potere ai tanti uomini che maltrattano le proprie donne.

A me però basta che lo sappiate voi, Carrissime mie!!! non dimenticate questo grande potere e non dimenticate mai il potere che avete su voi stesse!

AMATEVI!

Con affetto, luppy

Annunci