Tag

, , , , , , , , ,

La matematica non è mai stata la mia materia preferita. L’unica operazione che mi piaceva era l’addizione. Non notate che è l’unica a partire dal numero uno che dà come risultato il due?

Molti dicono che ” la matematica non è un’opinione”, eppure io in questa sorta di schema numerico vedo riassunti gli ultimi anni della mia vita.

Sì, effettivamente sono sempre molto fantasiosa nelle mie metafore, ma in quel numero 1 così “single” riconosco me stessa nel passato, alla ricerca di certezze per evitare di avere come risultato uno zero! cercavo il mio numero pari preferito: il numero 2! non sempre era quello giusto, diciamo che ho dovuto sommare tante operazioni per avere la soluzione esatta. Sappiamo che in due tutto diventa meno complicato. Siamo meno soli, abbiamo la certezza che con l’amore di una persona accanto tutto possa essere più semplice, ma prima di tutto bisogna cominciare dal numero 1!

Oggi quando mi capita di incontrare qualche numero zero intento nel farmi sentire come lui (appunto il nulla), a confermare il mio posto in pole position ci sono i tanti successi che nella vita sono riuscita a raggiungere. Non parlo dell’investimento miliardario che vi farà eleggere donna dell’anno, mi riferisco alle tante situazioni difficili che durante il nostro percorso di vita abbiamo superato e che ai nostri occhi passano inosservate.

Superare la morte di una persona cara nella maniera meno dannosa per il futuro,  portare a termine un obiettivo scolastico, affrontare un progetto di lavoro con professionalità, lasciarsi alle spalle la perdita di un amore ricavando tanto amore per se stessi,..questo e tanto altro ancora deve servire a convincerci di quanto valiamo a prescindere da cosa faccia sentire i numeri zero superiori a noi.

Rileggendo le mie memorie sul blog mi sembra di ritornare indietro nel passato, mi sorprendo a sorridere di me stessa se penso alla lettera a babbo Natale,al ragazzo della porta accanto, al nostro peggior nemico, al problema del secolo, ma reagisco anche positivamente alla lettura compiacendomi della persona che sono oggi con il mio miglior articolo sull’amore per se stesse (MIAMO). Ancora una volta mi ritrovo a scrivervi parlando in prima persona di un piccolo tormento femminile, ossia l’insicurezza. Questo schema numerico non è stato altro che l’ennesimo consiglio per stimarci di più. Esistono ancora tanti numeri ai quali dare importanza.

Nell’attesa di raggiungerli tutti vi auguro buone vacanze!

..con l’affetto di sempre, la vostra Luppy

Annunci